HomeChi siamoDove siamoPrendere Appuntamento
Aree Tematiche
FAQ - Domande e Risposte
Violenza contro donne e bambini / i sex offenders: stupratori e pedofili

progetto carcere Bollate, cura sex offenders

Progetto di trattamento e presa in carico di autori di reati sessuali in Unità di Trattamento Intensificato e SezioneAttenuataProgetto Bollate - CIPM in collaborazione con la regione Lombardia, Provincia di Milano

II Casa di Reclusione Milano - Bollate

La sperimentazione (pianificata e gestita dai professionisti del privato sociale che fanno parte del CIPM) inizia nel Settembre 2005 ed è economicamente sostenuta da un finanziamento integrato della Provincia di Milano e della Regione Lombardia.

Tale progetto, primo tentativo di trattamento e presa in carico di autori di reati sessuali nella realtà penitenziaria italiana, ha previsto la costituzione di un'Unità di Trattamento Intensificatoo cpv. D.P.R. n.230/00) all'interno della 2oCasa di Reclusione di Milano - Bollate.

Questa soluzione è stata pensata come valida alternativa alla detenzione in reparti protetti, alla solitudine fisica ed emotiva, all'isolamento che talvolta permettono l'instaurarsi di un circolo vizioso in cui disagio, rancori, violenze fisiche e verbali contribuiscono ad aggravare situazioni problematiche che spesso esitano in vere e proprie patologie.

Il trattamento è concepito come l'offerta per l'individuo della possibilità di comprendere, ridefinire e quindi modificare il significato finora dato alla propria esistenza, e come un'opportunità di rielaborare il proprio reato e capirne fino in fondo le dinamiche e le conseguenze.

L'attività è centrata su tre gruppi socio-educativi (sulla comunicazione e abilità sociali, sulla prevenzione della recidiva e sulla gestione del conflitto) a cui sono stati affiancati altri tipi di interventi, come colloqui psicologici e criminologici individuali di approfondimento e altre attività di tipo motorio, creativo ed espressivo, al fine di rendere il trattamento più completo ed efficace possibile, tenendo soprattutto conto della variabilità individuale e della eterogeneità delle problematiche e delle necessità.

L'equipe trattamentale è costituita da diverse figure professionali, quali criminologi, psicologi, educatori, psicodiagnosti e un'arteterapeuta.

Gli interventi trattamentali per autori di reati sessuali realizzati in ambito penitenziarioprevenzione terziaria orientata prevalentemente alla riduzione della recidivamiglioramento della qualità della vita dell'individuo.

Nel corso degli anni l'Unità di trattamento si è dimostrata essere oltre che luogo di cura e di trasformazioneanche uno spazio disponibile per i detenuti per poter acquisire e sperimentare nuove modalità di incontro e relazione, nonchè la possibilità per l'equipe di portare avanti un lavoro di osservazione e revisione continua, che ha permesso di aggiornare e modificare costantemente il programma stesso.
 

 
cura pedofili, curare pedofili, curare strupratori, reati sessuali cura